Rowing Towards Her Authentic Self image

Rinunciare alle mie “bottiglie nascoste” come gli alcolisti

All’inizio pensavo che il termine “sobrietà” non si adattasse a quello che pensavo fosse un sessodipendente perché non avevo esperienza con l’alcolismo. Ma quando sono entrato in queste stanze otto anni fa ho imparato che la sobrietà era difficile da ottenere perché riguardava il mio stato d’animo e cosa avrei potuto farne se non fossi stato spiritualmente in forma.

“Devi migliorare la tua relazione con Dio.” Questo è ciò che mi ripete sempre il mio determinato sponsor. Non voglio sentirlo tutti i giorni, ma la marea mi sta spingendo in quella direzione. Sto arrivando a riva. Anche quando mi capovolgo, so che non affogherò. Non vado nel panico quando perdo la mia sobrietà emotiva perché ho Dio e torno sul carro abbastanza velocemente.

Il mio primo sponsor mi ha spiegato che, come gli alcolisti, dovevo rinunciare alle mie “bottiglie nascoste” per diventare sobrio. Ciò includeva non agire con partner sessuali ed evitare fattori scatenanti come guardare pornografia, modelle di lingerie e scene di sesso. Quindi ho coperto con un asciugamano la mia TV nel 2015 quando mi sono trasferito in campagna e ho iniziato a lavorare al programma. Ma non ero ancora sobrio emotivamente perché stavo vivendo una bugia. La mia compulsione era il mondo fantastico che ho creato nella mia testa e che mi ha tenuto al sicuro e malato allo stesso tempo. Il mio interno non ha mai eguagliato il mio esterno. Ora voglio la realtà ad ogni costo: noiosa, deprimente o pericolosa. Ho dovuto lasciare la mia testa.

Il mio viaggio verso la sobrietà è iniziato quando ho cominciato ad instaurare amicizie con i miei fratelli nel programma SA, ma ero ancora spaventato mentre imparavo a fidarmi degli altri. SA ha funzionato per me quando ho trovato l’accettazione e la gentilezza di cui avevo bisogno ma che non ho mai avuto nella mia famiglia. Nella fratellanza, sono stato perdonato e compreso dopo aver commesso un errore.

Nel corso degli anni ho sviluppato connessioni oneste e profonde con le mie sorelle e i miei fratelli nel recupero, che mi impediscono di scivolare nella dissociazione dal mondo, ricevendo un forte sostegno e una guida. I membri di SA mi tirano fuori dalla negazione alle riunioni e durante le chiamate di sensibilizzazione mentre condividono le loro lotte. Fare servizio mi porta nella soluzione che è la realtà. Un feedback onesto mi aiuta a conoscere la verità su me stesso e a riprogrammare la mia mente disfunzionale.

La gratitudine è uno strumento meraviglioso che ho usato con i miei sponsor sia passati che presenti e che mi aiuta a liberarmi dal mio ambiente tossico. Entrambi i miei sponsor mi hanno sponsorizzato usando il Grande Libro. Abbiamo parlato di come la mancanza di confini ci abbia reso dei sessodipendenti.

Allora non sapevo che questo fosse l’inizio del recupero, fino a quando non ho visto come porre dei limiti, funzionasse. Ho pensato: “Wow, il mio sponsor è davvero in gamba. Non sarò mai in grado di fare questo!” Lui si era ripreso bene e, per la prima volta nella mia vita adulta, c’era qualcuno che si fidava di me. Nella mia mente, un fragile ponte stava ricollegando le mie emozioni recise che mi avrebbero permesso di passare alla guarigione.

Non dovevo essere quel salmone sul tagliere, che si agitava cercando di ricollegare le sue interiora. Potrei tornare in acqua e nuotare fino a riva. È così che è stato da allora. Sto facendo il viaggio verso di me. Sto diventando il mio io autentico.

Adoro parlare con il mio sponsor ora perché non devo mentire. Non sono volontariamente impegnato in comportamenti lussuriosi e non ho più segreti. Sperimento più libertà e posso vedere che con uno sforzo persistente ce la sto facendo. No, non ho ancora ottenuto quella maestria nella quale sono diventato “felice, gioioso e libero”. I miei amici nel programma fanno riferimento a quello slogan mentre lavoriamo insieme sulla nostra dipendenza perché è dura e non sempre ci piacciamo molto, ma restiamo insieme comunque. Siamo come i salmoni che nuotano controcorrente, lottando con la corrente. Ma quando smettono di deporre le uova, nasce una nuova vita ed è possibile una nuova realtà.

Oggi ho più moralità, più disciplina e concentrazione. Soprattutto, ho gratitudine per tutte quelle persone del programma che hanno condiviso le loro storie con me e che hanno ascoltato le mie e sono rimaste comunque.

Petrice, Australia

Total Views: 261|Daily Views: 1

Share This Story, Choose Your Platform!